S.P.R.A.R.

Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), è un progetto del Ministero dell’Interno che accede alle risorse disponibili del fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo che deve essere presentato da un ente locale, nel nostro caso il Comune della Spezia in collaborazione con un Ente gestore del settore privato, Associazione Mondo Nuovo Caritas. Il progetto è attivo nel nostro comune dal febbraio 2014.
Attualmente il progetto accoglie 41 persone, 29 uomini adulti e un minore presso la struttura “Comunità dell’Orto” di via Brugnato 18 e 4 famiglie afghane accolte in appartamenti privati sempre all’interno del Comune della Spezia.
Il progetto vuole realizzare interventi di accoglienza integrata; che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio per singoli e famiglie richiedenti asilo o in possesso del permesso di protezione internazionale. L’intento è di organizzare misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico che vedano coinvolti tutti gli attori e gli interlocutori delle realtà locali appartenenti al settore pubblico e privato per rafforzare una cultura dell’accoglienza presso le comunità cittadine e favorire la continuità dei percorsi.
Nello specifico i servizi che si devono garantire ai beneficiari sono:
– assistenza sanitaria;
– assistenza sociale;
– attività multiculturali;
– inserimento scolastico dei minori;
– mediazione linguistica e interculturale;
– orientamento e informazione legale;
– servizi per l’alloggio;
– servizi per l’inserimento lavorativo;
– servizi per la formazione.
Il progetto Sprar della Spezia è coordinato da un tavolo tecnico che si riunisce una volta al mese di cui fanno parte istituzioni e servizi territoriali.